Kvartirniki

Se oggi è difficile immaginare di riuscire, per settimane, a restare in casa, rinunciando al caffè e alla pizza al ristorante, alla palestra e al cinema al fine di debellare l’emergenza virale, allora la necessità, per ben diverse ragioni, era quella opposta. Si ricercavano l’intimità e la segretezza del privato, entro cui, paradossalmente, richiudersi in tutta libertà.

Storia dei Kvartirniki, concerti rock clandestini nelle cucine sovietiche.