L’Europa è una poesia

Chi siamo adesso?

Quello che condividiamo

È l’aver attraversato il fuoco,

Essere stati ognuno

Vittima e carnefice,

Gioventù imbavagliata e mani sporche di sangue.

Quello che condividiamo

È l’umanesimo inquieto.

Sappiamo ciò che l’uomo può fare all’uomo,

Conosciamo l’abisso,

Siamo stati inghiottiti dalla sua profondità.

Ciò che ci lega è essere un popolo angosciato

Che conosce l’ombra che è in sé.

L’Europa è una geografia che vuole diventare filosofia,

Un passato che vuole diventare bussola,

Un territorio di cinquecento milioni di abitanti

Che ha deciso di abolire la pena di morte,

Di difendere le libertà individuali,

Di proclamare il diritto di amare chi vogliamo,

Liberi di credere o di non credere.

Siamo umanisti, e questo deve estendersi alle nostre scelte.

Qui trovate il resto. Leggetela tutta rincuora in tempi come questi

3 risposte a "L’Europa è una poesia"

  1. penso sarebbe interessante leggete l’intero libro da cui è tratto lo stralcio pubblicato sul sito che hai linkato, giusto per rispolverare un po’ di Storia (che come sempre insegna e giustifica ma troppo spesso ce la dimentichiamo. Io in testa a tutti).
    Metto in lista…

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...