Frugando negli angoli di una visione

Intemperanze 5 gennaio 2016

In questi giorni sto leggendo Sbucciando la cipolla di Gunter Grass. Libro denso di avvenimenti, memorie, nomi ed emozioni che lungo tutta la vita dell’autore tedesco e per le 384 pagine del libro, si dipanano creando una sorta  di bignami del Novecento. La guerra, la dittatura, la miseria, la riunificazione tedesca raccontati dal uno dei testimoni che per la prima volta fa pubblicamente ammenda della sua giovanile partecipazione nella gioventù hitleriana. La cosa che colpisce e fa riflettere è che visto lo spesso numero di anni che ci separano oramai dagli avvenimenti citati, la storia sfuma in quello che potrebbe essere quasi fantascienza.

Ma quello che mi ha dato più da pensare è che Grass scrisse questa sua autobiografia all’età di 80 anni, e io, che mi lascio trasportare sognante in queste pagine, invece fra poco ne farò 38. AL netto che ogni età della vita è passabile di bilanci, e che una tempra malinconica trasforma quasi istantaneamente le gioie che sta vivendo in dolorosi ricordi che non torneranno più, mi sono sentito consumato prima del tempo.

Qualche anno fa fantasticavo di essere sempre qualcun altro e da qualche altra parte, passando da una successione di entrate in scena in costumi diversi all’altra. In questo mi rivedo molto nel Grass bambino e adolescente. Baldanders, subito diverso.

Che i troppi stimoli portino all’atrofizzazione precoce?

Annunci

Comments 10

  1. DeathEndorphin says on 5 gennaio 2016

    Bella domanda, anche io mi chiedo spesso se i troppi stimoli non mi abbiano portato, me ed altri, ad una fase oltre l’età adulta senza essere mai diventata davvero ‘adulta’. Ma io ho il problema della sindrome di peter pan , che non è una cosa da nulla.

    Liked by 3 people

  2. intempestivoviandante says on 5 gennaio 2016

    Penso che siano fasi. Io intorno ai trent’anni mi sentivo alle soglie della vecchiaia, ora che ne ho dieci più di te mi sento a malapena alle soglie della maturità (e molto meglio di allora, devo dire, se può essere di conforto) 🙂

    Liked by 4 people

  3. rossellas says on 11 gennaio 2016

    Gli stimoli ci spingono solo avanti. Siamo persone diverse ogni giorno e ogni giorno cambiamo e siamo sempre noi.
    I bilanci aiutano a qualsiasi età e sarà forse questo mondo a renderci un po’ anzianità prima del tempo.
    Un abbraccio 😊😉

    Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...