About blank

In questo periodo di consuntivi, questa volta potrei scrivere un post vuoto. Tre anni fa, poi due, poi l’anno scorso cercavo in questi spazi wordpressiani di trovare una senso al tempo in cui mi è dato vivere. Come in una terapia di gruppo, ho condiviso le mie malinconiche sensazioni sulla vita e le mie perplessità sulla nostra società con voi.

Molti amici lungo questo cammino mi hanno abbandonato, altri scrivono sempre meno, di nuovi ne sono arrivati. Credo che questo ponga la questione di come invecchiare al tempo di internet, dove una cosa è già vecchia dopo 6 mesi, figurarsi dopo tre anni. Dove i nostri idoli giovanili scompaiono nel giro di un paio di stagioni, dove la retorica del cambiamento impedisce il sedimentarsi di alcunché.

Almeno così pare a me. Sarà che internet ha portato il paradigma dell’archivio (come scrivevo qui), ma il cuore umano ha bisogno di miti, simboli condivisi e con cui identificarsi, non un immenso schedario di nostalgie.

Annunci

Comments 14

  1. DeathEndorphin 3 gennaio 2016

    In fondo il blog può contribuire a rendere quell’immenso schedario di nostalgie (inteso come elenco di post che si sono susseguiti nel corso degli anni) meno asettico grazie alla condivisione con gli altri (fermo restando quello che scrive Silvia e cioè che la condivisone non deve diventare un incubo).

    Liked by 1 persona

  2. helios2012 4 gennaio 2016

    In tanti anni di web penso in tutta sincerità
    che la condivisione non possa esserci con tutti quelli che entrano in un blog nonostante i commenti positivi o gli svariati I like che il più
    delle volte sono finalizzati ad altro. Esiste però
    anche una minoranza , a volte anche silenziosa, che condivide andando a leggere o ad osservare le cose che interessano e di solito non si smentiscono
    perché lasciano traccia dei propri gusti. Anche questa é condivisione e si distinguono decisamente per la curiosità sana e non malsana….Buona giornata!

    Liked by 2 people

  3. nuvolesparsetraledita 5 gennaio 2016

    Concordo con te e con i commenti precedenti…
    Non sempre il mi piace e’ veritiero, non sempre si legge tutto il post … Sono infinite le forme e le ragioni, sono innumerevoli i modi.
    Quel che conta secondo me è lo star bene: finché l’ intenzione e l’ interazione sono positive, tutto prende senso.
    Quando diviene fatica, obbligo, stress da prestazione allora non ha più valore
    Quindi, cerchiamo di divertirci pur essendo magari malinconici, e buon 2016
    😍

    Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...