Horacio Oliveira

Per me la vita è sempre stata una danza senza senso. Segni di gesso sulla strada. Un sassolino nel pugno. Dalla terra al cielo. Dal cielo alla terra. Le peregrinazioni di un consapevole girovago che si muoveva per quartieri latini come una foglia secca in un circo feroce o in un manicomio, con una fiacca metodica. Di un rabdomante inquieto che accumulava rifiuti e cercava un Centro e un compasso per ridisegnare il cerchio della realtà o cancellarlo definitivamente. Di un apprendista filosofo che infrangeva le categorie di ordine e disordine, azione e rinuncia, amore e disamore. Sovvertendo il corso naturale delle pagine, e dei capitoli, e delle righe. Saltando su un piede solo su caselle immaginarie, e numeri che non esistono.

Tra Parigi e Buenos Aires. Tra Buenos Aires e Parigi.

Alla caccia di “una incondotta invece di una condotta, di una modica indecenza invece di una decenza gregaria”.

E’ il gioco del mondo. Un rito infantile della fantasia. Un elogio della possibilità e della ribellione in un tempo “deliquescente come cioccolata finissima o pasta d’arancio della Martinica”. Per sconfiggere il segreto veleno di tutti i blues e di tutte le nostalgie. E ritrovare negli occhi di una Maga l’imprevedibile scoperta di esistere.

Julio Cortàzar – Il gioco del mondo

Annunci

Comments 9

      • rO 11 settembre 2015

        L’ironia di chi la pensa esattamente al contrario, di chi non vede alcun walzer o rumba ma soprattutto di chi ha bisogno di dare un senso alle cose, specialmente le proprie.

        Mi piace

      • rO 11 settembre 2015

        Amo le maschere o mi fanno paura? Empatia. Credo di non essere molto coerente. Però “danza senza senso” non mi piace. Preferirei l’ipotesi di una danza di cui si fa fatica ad intuire la melodia, qualcosa di imprevedibile, ma il non senso mi fa paura (non si può controllare) e lo rifiuto, per la mia vita.

        Mi piace

      • Moralia in lob 11 settembre 2015

        Mi hai fatto tornare in mente l’immagine dell’eclissi di cui ti parlai tempo fa. Quando parli così sei nello spazio che potremmo condividere. Sull’intuire mi auguro che tu abbia ragione ed io torto, anche se la mia natura di scettico me ne fa dubitare

        Liked by 2 people

  1. Pingback: Riepilogo 7-12 09 | Moralia in Lob

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...